lunedý 25 febbraio 2013

MRI del seno controlaterale aiuta diagnosi e favorisce prognosi

Lo screening preoperatorio del seno controlaterale condotto con risonanza magnetica favorisce il riconoscimento sincrono del tumore e riduce la probabilitÓ di tumore metacrono controlaterale nelle pazienti con tumore unilaterale.

risonanza magnetica nucleare

Lo screening preoperatorio del seno controlaterale condotto con risonanza magnetica favorisce il riconoscimento sincrono del tumore e riduce la probabilità di tumore metacrono controlaterale nelle pazienti con tumore unilaterale.

Questa la conclusione di un recente studio condotto dai ricercatori coreani della Seoul National University College of Medicine. Gli autori hanno dimostrato l’impatto diagnostico di un singolo scan di risonanza magnetica (MRI) del seno controlaterale eseguito in fase preoperatoria nelle donne con patologia unilaterale.

L’esame MRI permetteva di diagnosticare un numero superiore di tumori rispetto a quanto avvenisse nel gruppo di pazienti destinate unicamente all’esame mammografico e ultrasonografico. L’incidenza cumulativa di tumore controlaterale a 45 mesi dall’esame era pari a 0.5% nel gruppo esaminata attraverso MRI, mentre era pari a 1,4% nel gruppo di confronto.

Source:Kim JY, Cho N, Koo HR et al. Unilateral Breast Cancer: Screening of Contralateral Breast by Using Preoperative MR Imaging Reduces Incidence of Metachronous Cancer. Radiology. 2013