martedì 5 marzo 2013

Adipociti: quale ruolo nel tumore al seno?

L’obesità è riconosciuta come fattore predisponente lo sviluppo di diverse tumorali, tuttavia i precisi meccanismi molecolari responsabili di questa associazione sono largamente sconosciuti.

obesita_tumore

L’adipocita, il tipo cellulare costituente il tessuto adiposo, è il sospettato numero uno nell’eziologia dei tumori associati all’obesità. Queste cellule sono infatti produttori attivi di fattori endocrini, le adipochine, molecole con funzione di segnale nei tessuti circostanti.

Nella patogenesi dell’obesità il tipo di adipochine secrete cambia, virando verso la produzione di mediatori dell’infiammazione, fattori pro-angiogenici e mitogeni, metaboliti lipidici e molecole della matrice extracellulare. Proprio questi elementi sembrano costituire il link tra l’obesità e alcune forme di tumore, tuttavia l’impatto della disfunzione dell’adipocita sulla progresione del tumore non è chiaro.

L’adipocita costituisce anche il principale costituente dello stroma tumorale dove sembra rivestire un ruolo fondamentale nella proliferazione cellulare e possedere una funzione anti-apoptotica locale oltre a sostenere le proprietà invasive delle cellule tumorali. Gli adipociti stromali sembrano dunque creare un micro-ambiente favorente la progressione del tumore, e questi eventi sono favoriti nella fase in cui l’adipocita diviene disfunzionale proprio nel contesto dell’ipertrofia e dell’iperplasia associata all’obesità.

Queste osservazioni enfatizzano la necessità di esplorare in più profondità il ruolo degli adipociti associati al tumore e alla loro relazione con le cellule del sistema immunitario, specialmente nel caso del tumore al seno, dell’ovaio e del pancreas. In conclusione, non sembra essere la quantità di tessuto adiposo il parametro determinante la progressione e le recidive del tumore, ma piuttosto la qualità del tessuto adiposo circostante il tumore.

Ancora scarse sono infatti le conoscenze sulle molecole derivate dagli adipociti e come la loro deregolazione conduca alla crescita del tumore. Ultimamente, il polipeptide endotrofina è emerso come fattore le cui funzioni fisiologiche potrebbero mediare le alterazioni associate all’obesità che creano un ambiente più favorevole al tumore. Questa molecola potrebbe divenire un nuovo bersaglio nelle terapie farmacologiche per limitare la progressione del tumore al seno.

Source:Jiyoung Park and Philipp E Scherer Endotrophin in the tumor stroma: a new therapeutic target for breast cancer? Expert Review of Anticancer Therapy