Stili di vita

Lo stile di vita sano è stato associato con una riduzione della probabilità di avere il cancro al seno


Prevenzione primaria

La prevenzione primaria di questa malattia dovrebbe essere promosso in maniera integrata attraverso l’attuazione di politiche di collaborazione tra il settore salute e gli altri settori della società, sia pubblici sia privati, con l’intenzione di facilitare, direttamente o indirettamente, l’assunzione di corretti stili di vita da parte della popolazione.

Gli interlocutori principali sono la scuola, il mondo della produzione (in particolare, quello degli alimenti), i trasporti, l’urbanistica, il lavoro.


L'indice di stile di vita sano è stato definito come l'effetto congiunto di attività fisica moderata e / o intensa, basso consumo di grassi, prodotti alimentari trasformati, cereali raffinati, zuccheri complessi, nonché la prevenzione del fumo di tabacco e il consumo di alcol.

I risultati hanno mostrato un effetto protettivo sia in donne  pre-(OR = 0.50, IC95% 0,29-0,84) che postmenopausa (OR = O.20; IC95% 0,11-0,37).


Le strategie di prevenzione per il tumore al seno sono decisamente meno efficaci rispetto a quelle del tumore dell'utero, in quanto l'esame istologico del pap-test è in grado di identificare le cellule di forme pre-tumorali e quindi risulta efficace per identificare il tumore addirittura prima che si evolva nella forma maligna.

Per il tumore al seno invece, la prevenzione si basa sull'identificazione del tumore già presente, e quindi la sua efficacia è condizionata dai tempi della diagnosi e dalla sua tempestività.