Cos'è il tumore al seno

Non è una malattia solo della donna


Il cancro alla mammella è costituito da massa anormale di tessuto all’interno di un tessuto normale, dovuto alla crescita incontrollata e progressiva delle cellule trasformate.

I tumori maligni, caratterizzati da cellule che variano notevolmente e che possono distribuirsi nei tessuti limitrofi o nei vasi linfatici, tendono a riformarsi dopo l'escissione chirurgica (recidive), soprattutto nella stessa zona della rimozione.

E' dimostrato che la zona più a rischio è proprio quella limitrofa, compresa tra 1 e 3 cm al perimetro del letto operatorio.


Se da un lato si vuole rendere sempre più conservativa la procedura chirurgica, dall'altro si deve preservare il paziente dalla comparsa di recidive. In questo senso diventa fondamentale il trattamento radiante.


La radioterapia ora può essere somministrata direttamente in sala operatoria, durante l'intervento, ed essere mirata esattamente sul campo operatorio, preservando i tessuti sani attorno.

La IORT (radioterapia intraoperatoria) permette così di "sterilizzare" l'area a maggior rischio di recidive ed eliminare eventuali residui macro o microscopici.


Guarda il video